Featured Posts

On the news, prossimamente. Croce Ferrata, luogo di un incontro storico.

 

 

 

L’epigrafe recita così: “QUI SAN BRUNO VENNE AD INCONTRARE DON LANDUINO PRIORE DELLA CERTOSA DI GRENOBLE OTTOBRE 1098” si tratta del monumento che si trova nel luogo detto "Croce ferrata" sulla strada per Soriano laddove l'orizzonte si apre sul Mar Tirreno. Questo luogo, grazie all’impegno di alcuni cittadini, dell'ANAS e alla fattiva collaborazione dell’impresa esecutrice dei lavori di questo lotto della Trasversale delle Serre, è oggetto di lavori che lo renderanno un luogo decoroso e fruibile da parte della cittadinanza.

Un luogo importante, che testimonia un incontro storico, quello di Maestro Bruno con Landuino, priore di Chartreuse, figura importante per i certosini perchè fu uno dei sei compagni di san Bruno e fu il suo successore alla guida del primo insediamento nelle Alpi del Delfinato.

Di Landuino poco si parla, se non per ricordare il suo viaggio in Calabria. Egli, già anziano e di salute malferma, parte dalla Francia per un lunghissimo viaggio, che lo porterà nel massiccio dellle Serre per incontrare il suo maestro, riferire sullo stato della comunità di Chartreuse e avere conforto e lumi nella guida di quel primo nucleo di monaci ormai diventati numerosi.

Landuino, dopo appena sei anni dal primitivo insediamento e dalla partenza di Bruno per Roma, infatti, riesce a completare in modo definitivo la fondazione, sia dal punto di vista liturgico, architettonico che disciplinare.

Nei dieci anni di guida della comunità di Certosa da parte di Landuino non è mai avvenuto alcun mutamento, nel rispetto dell'ideale bruniano.

Dalla “Lettera ai fratelli di Certosa”, riportiamo quanto raccomandato da San Bruno ai confratelli della Chartreuse, in merito al loro priore: “Avrei poi voluto trattenere presso di me fratello Landuino a causa delle sue gravi e frequenti infermità: ma poiché ritiene che, senza di voi, niente è per lui sano, niente gioioso, niente vitale e utile, non ha acconsentito, dimostrandomi, con il profluvio di lacrime versate per voi e con molti sospiri, quanto valete per lui e con quale perfetta carità ami voi tutti. Pertanto, fratelli miei, premurosamente vi avverto e umilmente ma con forza vi prego affinché la carità che avete nel cuore la mostriate con le opere verso di lui, in quanto priore e padre carissimo, procurandogli con benevolenza e attenzione le cose che, a causa delle sue numerose infermità, gli sono necessarie. Concedo a voi, che siete tanto pieni di carità, di fare le mie veci solamente riguardo a questo: vi sia cioè consentito di obbligarlo, rispettosamente, ad accettare ciò che gli darete per la salute”.

Dopo l'incontro con San Bruno, quindi, Landuino riparte per Chartreuse, ma non vi giungerà mai, poichè il suo viaggio verrà interrotto nei territori pontifici, e il monaco certosino terminerà i suoi giorni nelle segrete dell'antipapa Clemete III che lo imprigionerà perchè ritenuto sostenitore del papa Urbano II.  Proprio di recente la figura del primo successore alla guida di Chartreuse è stato oggetto di approfondimento in una relazione dal titolo “Landuino l’ombra di San Bruno” del Prof. Silvio Chiaberto letta in occasione del convegno di studi “In morte quoque non sunt divisi”. Da Bruno a Lanuino: l’esperienza monastica dell’eremo di S. Maria della Torre, tenutosi presso il Museo della Certosa lo scorso 18-19 giugno.

Please reload

Radio Serra 98 festeggia quarant’anni di radiofonia.

3 Jan 2018

1/4
Please reload

Recent Posts
Please reload

Archivio
    • Facebook Social Icon

    0963.71669

     324.8331898

    • Facebook Classic
    • Twitter App Icon
    • Facebook Classic
    • Twitter App Icon

    324.8331898

    0963.71669

    Copyright © 2019 Radio Serra 98. P. IVA 00923780795  - Tutti i diritti riservati.  - 

    Web Designer by Emanuele Gallè